La Padania è solidale

Inizia la campagna “Quest’estate adotta un Padano!”

RIMINI. Non è vero che noi Padani arricchendoci siamo diventati egoisti, razzisti, bigotti, ignoranti, cafoni e orgogliosi di esserlo: lo siamo sempre stati! Ma sotto l’apparente cappa di indifferenza e sguardo catatonico da una vita spesa a guardare Mike Bongiorno batte un cuore grande e verde come quello di un Visitor. Per questo, con l’estate alle porte e il riproporsi del problema della solitudine, “La Padania” lancia la campagna “Adotta un Padano!”.

È risaputo che le nostre genti lavoratrici, col sopraggiungere della canicola, abbandonano le loro ridenti valli e si riversano, se prima di arrivare non si stampano col gippone a 200 all’ora contro un platano, sulla costa romagnola, dove sono pronti a riceverle una fiumana di extasi, cocaina e puttane di dubbia provenienza. Avrei dovuto mettere un punto mezzora fa. E il nonno lasciato solo nella villetta in Val Brembana con tutte le bande di albanesi che scorrazzano libere? E il manager di Tradate abbandonato dalla moglie giusto prima delle vacanze per uno spogliarellista di Trezzano sul Naviglio? A loro e ad altri casi comuni come questi si rivolge la nostra campagna estiva. Per chi pensa “ho già due cani e una tartaruga” oppure “il pappagallo tropicale ricordo della vacanza alle Maldive rompe già anche troppo i coglioni”, sappia che: 1. il padano non dà troppi problemi per mangiare, in quanto la dieta del 90% dei padani è costituita dalla sana e nostrana polenta taragna; il restante 10%, che ha viaggiato e conosce il mondo, mangia invece “soufflé avec farine de maïs, fromage et beurre“ che poi è sempre la polenta taragna ma in francese e un po’ paraculo. 2. per comprendere il padano bisogna rinunciare a capire alcune insondabili contraddizioni interne in cui si dibatte: è ultraconservatore cattolico ma a favore della pena di morte; è ultraliberista in economia ma vuole i dazi contro la Cina; è ultrarazzista ma non disdegna la prostituta extracomunitaria; Roma ladrona! ma non ha mai pagato una lira di tasse. Se si sorvola su questi particolari insignificanti e si sposta la conversazione su: che tette ha la Canalis, oppure sviluppi nella relazione Vieri / Velina Mora (la Canalis), oppure è meglio la Canalis o la Corvaglia (l’eterna lotta mora / bionda), allora le vostre notti in taverna in compagnia del nuovo ospite saranno gradevoli e amene.*

Inviare richiesta di adozione temporanea a: http://www.adottaunpadano.òstrega

* Lo so che le veline non sono più quelle ma avevo scritto ‘ste righe tempo fa. E comunque non fa differenza, la “velina” è una funzione, nel senso proppiano dell’analisi del racconto, cioè una specie di cassa vuota che poi si riempie con un nome a cui è assegnata sempre quell’attività. Adesso non chiedetemi in cosa consiste la funzione “velina” perché non riuscirei a non essere volgare. Si dice che a Propp sia venuta in mente la “cassa vuota” proprio quando scoprì la funzione “velina” (la 32ª funzione, non inclusa in nessuna edizione della Morfologia della fiaba, me l’ha rivelato il pronipote).

Advertisements

9 Risposte

  1. al massimo posso adottare una miss padania :-))

  2. Eh no, cavolo! troppo facile così, quando adotti qualcuno non puoi mica scegliere!
    Ciao Roberto e benvenuto da queste parti. 🙂

  3. Io preferisco un padano ignorante e lavoratore che un qualsiasi altro essere pelandrone ed acculturato.

    Io però sono un padano acculturato, quindi non appartengo alle macro categorie che descrivi.

    P.S.: commentare su blogger è impresa fuori dalla portata del padano medio 🙂

  4. Il post, più che al Padano in sé (?), è diretto alla sottospecie del Padano Leghista, categoria che, ignorante, lavoratrice, pelandrona o acculturata che sia, mi sta sulle balle a prescindere. Mi spiace, non posso farci niente. Mea culpa. Ma anche no.

    A dire il vero pensavo che blogger fosse per ‘gnoranti informatici come me. WordPress, per esempio, mi tenta ogni giorno ma ho l’idea che sia come programmare il lancio dello sciáttol da cheip canáveral..
    🙂

  5. @sba: cavolo, al momento non ti avevo collegato a NYFT! Orco cane, proprio te parli di commentare su blogger!!! Ma sai che ho provato a commentare sul tuo blog e qualunque pagina o commento tenti di aprire mi risponde ogni volta:

    Not Found

    The requested URL /wp/archives/195 was not found on this server.

    mah… probabilmente la soluzione è semplice ed è solo la conferma che sono un ‘gnorante informatico.

  6. Eh, sei capitato proprio in un momento di guano, avevo parecchie cose andate in mer*a sul blog.

    Comunque anche a me stanno sulle balle i padani inteso come aficionados leghisti. Perchè sono degli estremisti, come i preti, i comunisti e gli interisti.

    Comunque a me piace quel che scrivi, la tua ironia sulla Padania è arguta e non offensiva, e avercene di gente come te in giro per il web (a meno che tu non sia interista allora cancello subito i complimenti 🙂 )

  7. Haha, grazie. Non sono nessuna delle categorie elencate: estremista, prete, comunista, interista. Può sbocciare l’amore?
    :))

  8. A me piace stare sotto 🙂

    Ma la foto del tuo avatar mi fa troppo pisciare dal ridere, non so se sei tu o se è solo un jamaica, ma quello in foto si è messo quattro etti nel turibolo al posto dell’incenso e poi ha benedetto la casa!

  9. Ehmm, no, non sono io nella foto..
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: