Accogliente Italia

E così il senatore Salvo Fleres (PdL) ha proposto in commissione Bilancio del Senato un emendamento sacrosanto che modifica la norma approvata precedentemente dalla Camera, la quale avrebbe comportato un taglio indiscriminato degli assegni sociali.

L’emendamento rende inoltre più facile l’ottenimento di tale assegno per l’immigrato, che dovrà solo dimostrare di:

– lavorare in Italia in maniera continuativa dal 1860;
– saper spiegare con parole sue che cazzo significano i versi dell’inno di Mameli (non è consentito l’uso del dizionario);
– aver combattuto sul Grappa contro gli austriaci dimostrando inequivocabile sprezzo del pericolo;
– essere abbonato al Milan o all’Atalanta da almeno 10 anni;
– saper fare 100 palleggi col piede sinistro (col destro, se mancino o senza gambe);
– saper correre i 100 metri sotto i 9 secondi e 80 centesimi;
– saper stare in apnea almeno 10 minuti;
– aver ucciso l’Idra di Lerna, catturato il Cinghiale d’Erimanto e ritirato il lasciapassare A38;
– odiare gli immigrati.

Nel caso si realizzino tutte le condizioni, all’immigrato sarà rilasciato un prezioso permesso di soggiorno di 18 minuti per far domanda di assegno sociale. Se non farà in tempo a presentarla, decadranno i diritti acquisiti e andrà in prigione senza passare dal via.

2 Risposte

  1. sei ingiusto, può essere anche straniero, tranne da parte di madre e di padre (parafrasando Marilyn Monroe)

  2. solo per generazione spontanea insomma…
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: