Come se fossimo immortali

Mario+Benedetti+Benedetti+2Cavolo, stamattina sono passato dopo qualche giorno a casa di amici, e il titolo del post mi ha fatto prima sobbalzare e poi intristire. A quanto pare solo io non lo sapevo ancora, ma domenica scorsa, a Montevideo, all’età di 88 anni, si è spenta una delle più belle voci della poesia ispanoamericana, quella di Mario Benedetti. Avevo anche potuto ascoltarlo dal vivo in due occasioni, una volta a Venezia e un’altra alla Casa de las Américas di Madrid. La prima volta, più di dieci anni fa, venne nella mia città assieme a molti altri grandi poeti sudamericani come Ak’abal, Eielson, Jodorowsky o Mutis per il primo Festival di Poesia Latinoamericana in Italia, organizzato grazie al fortunato passaggio nelle aule veneziane, per pochi anni purtroppo, di Martha Canfield, che di Benedetti è anche traduttrice. Era il novembre del 1998, ero studente, e fu un evento festoso, come si addice a un festival, d’altronde. A un certo punto Mario Benedetti mi si sedette a fianco, mentre un attore leggeva sul palco le sue poesie. Se avessi avuto una fionda e un sasso abbastanza grosso a portata di mano l’avrei freddato all’istante, l’attore non Benedetti, perché il supposto interprete leggeva le sue poesie con enfasi esagerata, quasi ansimando o sospirando alla fine di ogni verso, e a me sembrava che invece bisognasse leggerle in levare, togliendo peso insomma, anche perché il linguaggio di Benedetti è quasi sempre colloquiale, a volte sornione, anche se non per questo meno potente. Me ne restai in silenzio, con il poeta a fianco, incapace di dirgli una sola parola, ma a un certo punto ci guardammo un attimo e lui disse: “¿Qué bueno, no?”, riferendosi alla lettura poetica, al che io assentii sorridendo, e questa è tutta la mia conversazione, pure ipocrita, con lui.

_______

Ser otro

No hay ser humano que no quiera ser otro
y meterse en ese otro como en una escafandra
como en un aura tal vez o en una bruma
en un seductor o en un asceta
en un aventurero o un boyante

sólo yo no quisiera ser otro
mejor dicho yo
quisiera ser yo
pero un poco mejor

Essere un altro

Non c’è essere umano che non desideri essere un altro
ed entrare in quell’altro come in uno scafandro
come in un’aura forse o in una bruma
in un seduttore o in un asceta
un avventuriero o uno che sta a galla

soltanto io non vorrei essere un altro
o per meglio dire io
vorrei essere io
ma un poco migliore

_______

Actualización: otro recuerdo de esos días festivaleros por quien estaba allí.

10 Risposte

  1. gracias y pésame.
    ya tienes tu hueco en La Isla.
    te quiero porque los italianos no tenemos miedo a decirlo.
    olé con olé

  2. Yo también te quiero mi niña, sin miedo a decirlo. Cuídate.

  3. …si es que todavía se permite, de puntillas, me acerco y me quedo a vuestro lado… en silencio… azul, azul, azul, azul, verde, azul, azul…

  4. Hombre, un comentario de spaziliquidi, espera que me apunto el día…😉

  5. Ci ho messo del tempo a capire dove cavolo si poteva commentare, concittadino. Sono venuta a trovarti per colpa di un cuneese e poi mi fermo spesso, di passaggio certo, ma lo faccio. Poi sei arrivato tu in hotel, cercando di lasciare un messaggio un pochino sull’imbranato e mi sono messa a ridere. Rieccomi a legger di Benedetti. Se non si è capito in questo messaggio incasinato, sono quella di hotelushuaia. Ciao

  6. …e di lestoriedimitia. Mi fa piacere sapere dei tuoi passaggi, cara concittadina. Lo conosco quel cuneese là, ocio eh!
    Insomma, a quanto pare per entrambi è stato laborioso lasciare un commento, per quanto mi riguarda, quando mi sono reso conto che avevi la moderazione attivata, mi sono sentito come quando sui vaporetti, per entrare in cabina, ti sforzi di spingere una porta che è scorrevole: un mona, insomma.

  7. Oh, beh, sai quante volte a me capita di sentirmi così ( mona intendo)? Nel senso che sono qua che giro ma io sono una imbranata tecnologica, ci arrivo ma con lentezza pazzesca. Da bradipo.🙂 Ciao a presto

  8. …segnati pure la data e… ringrazia che s·l non commenta più frequentemente…😉 ci si vede presto…

  9. …ma cribbio è davvero difficile scrivere un commento su sto layout! …mi sento pure io un vero mona… per lo meno sono in buona compagnia, abrazo

  10. A dire il vero non capisco la difficoltà di commentare sul sito, come per ogni blog di wp basta cliccare sui commenti… Mah… Comunque, quel “ci si vede presto” mi rallegra.
    Abrazos

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: