Flaiano dixit

Venerdì scorso Ennio Flaiano avrebbe compiuto 100 anni. Con Zavattini, forse il più grande sceneggiatore italiano. Suoi infatti gli script di alcuni dei più grandi film di Monicelli, Fellini, Antonioni, Petri, Germi, fra i tanti. Coltivava anche l’aforisma, tant’è che alcuni sono rimasti proverbiali e fanno oggi parte della lingua corrente. Mi fa piacere riportare quelli che sabato sera, da Fabio Fazio,  ha letto Massimo Gramellini  (e poi postato anche nel suo blog). Di molti direte: ah, ma l’ha detto lui?

«Gli italiani corrono sempre in aiuto del vincitore».
«La situazione politica in Italia è grave, ma non seria».
«Gli italiani sono irrimediabilmente fatti per la dittatura».
«Fra 30 anni l’Italia non sarà come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la televisione».
«L’italiano è un tentativo della natura di smitizzare se stessa. Prendete il Polo Nord: è abbastanza serio, preso in sé. Un italiano al Polo Nord vi aggiunge subito qualcosa di comico, che prima non ci aveva colpito».
«In Italia la linea più breve fra due punti è l’arabesco».
«In questo paese che amo non esiste semplicemente la verità. Altri paesi hanno una loro verità. Noi ne abbiamo infinite versioni».
«In Italia i fascisti si dividono in due categorie: i fascisti e gli antifascisti».
«Per gli italiani l’inferno è quel posto dove si sta con le donne nude e con i diavoli ci si mette d’accordo».
«Le dittature hanno questo di buono, che sanno farsi amare».
«Oggi anche il cretino è specializzato».
«Ho poche idee, ma confuse».
«Il sognatore è un uomo con i piedi fortemente appoggiati alle nuvole».

7 Risposte

  1. Anche Flaiano nel suo piccolo s’incazza…

  2. «Fra 30 anni l’Italia non sarà come l’avranno fatta i governi, ma come l’avrà fatta la televisione».

    «In Italia la linea più breve fra due punti è l’arabesco».

    «In questo paese che amo non esiste semplicemente la verità. Altri paesi hanno una loro verità. Noi ne abbiamo infinite versioni».

    «Per gli italiani l’inferno è quel posto dove si sta con le donne nude e con i diavoli ci si mette d’accordo».
    «Le dittature hanno questo di buono, che sanno farsi amare».

    queste sono delle tristi e un pò meno tristi verità, naturalmente nelle sue infinte versioni e in questo caso anche interpretazioni…

    «Il sognatore è un uomo con i piedi fortemente appoggiati alle nuvole».

    questa è semplicemente poetica, come è poetico riuscire in poche righe ad esprimere un concetto che potrebbe aprire discussioni infinite, non rimane che dire grazie per queste “chicche”.

    • Petra il tuo commento è stato il numero 666. HAHAHHAHAHAHAHAH!! (risata satanica)

  3. Si direbbe che Flaiano disponesse di uno speciale periscopio, col quale da quell’oggi è riuscito a vedere dentro questo nostro.

  4. Questi li ha aggiunti un commentatore nel sito di M. Gramellini:

    “Lei è comunista, io sono aristocratico, dunque tutti e due odiamo il popolo. La differenza è che lei riesce a mandarlo in Siberia”.

    “Io non sono comunista perchè non me lo posso permettere”.

    Geniali anche queste, soprattutto la seconda, e, dal mio punto di vista, quella su fascismo e antifascismo.

  5. infatti è un pò di giorni che mi sento strana…..
    HAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAHAHHAH….
    “il mondo è miooooooo”
    no dai questo è un pò troppo…..
    però un pò streghetta magari lo divento…..

  6. ops ho dimenticato di firmarmi….
    Petra

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: