il mio ’77

L’altra notte apro l’armadio e fra le coperte spunta il muso di un’orca, non quello della morosa di Shrek, ma di una Orcinus Orca. La scena seguente sono io salito sul davanzale della finestra e l’orca che salta, come nei parchi acquatici, tentando di azzannarmi il braccio. Poi mi sveglio. Ripenso se di recente ho letto in giro una qualche notizia su orche mangiauomini, ma mi sembra di no, e d’altronde so benissimo a cosa devo risalire per civilizzare con la ragione l’inconscio barbaro, l’orca del mio armadio è un’attrice famosa, protagonista di quel film con Richard Harris, L’orca assassina, anzi, a onor del vero, sarebbe un orca maschio, perché nel film al cetaceo gli viene ammazzata la compagna e lui decide di vendicarsi, non so, forse le orche sono monogame come i cigni e alcuni umani. Il film lo vidi al cinema quando uscì, era il 1977. Faccio allora uno sforzo per ricordare i film visti in sala da bambino, cioè proprio i primissimi ricordi di me al cinema, e la cosa strana è che intanto non ricordo mia madre con me ma sempre mio padre, dovrei chiedere se mi sbaglio, comunque ricordo di aver avuto allora un’educazione cinematografica eterogenea a base di Star Wars, questo sono sicuro solo con mio padre, Quell’ultimo ponte, un film di guerra, scelto sicuramente da lui, Le avventure di Bianca e Bernie della Disney, qua ci potrebbe essere stata anche mia madre, e di questo avevo anche l’album delle figurine. Da una rapida ricerca, sono tutti del 1977, ai quali ci aggiungo il King Kong con Jessica Lange, sebbene allora a Jessica Lange non avevo probabilmente fatto troppo caso, che è del 1976 ma potrei anche averlo visto l’anno dopo. Mi fa una certa tenerezza pensare che mio padre aveva ai tempi l’età che ho io adesso. Mio fratello aveva un anno. Nel 1977, insomma, facevo parte dell’ala creativa del movimento e tra un pongo e un lego andavo al cine con i miei. Poi ho un buco di memoria di anni e non ricordo di aver visto più niente fino al 1982 con E.T. La tappa successiva appartiene già alla compagnia degli amichetti e si andava al cine del paese, c’era pure quello in paese una volta, Cinema Perla si chiamava, e nella sua sala sgnanfa, prima di spiccare il volo per altri Lidi, letteralmente, ho visto cose che voi umani per una programmazione che spaziava da Bingo Bongo e Innamorato pazzo con Celentano, a Lo squalo 2, a Banana Joe con Bud Spencer, ma, per dire, ci ho visto pure il primo Terminator.

14 Risposte

  1. Io ho cominciato più tardi ad andare al cine vero, negli anni ’80 … a parte quello della parrocchia (incredibile andavo al cine della parrocchia), con tutti i film di Bud Spencer del periodo… probabilmente anche Banana Joe (sì, avrò visto pure quello).

    • Ho fatto un po’ di editing del tuo commento, scusa, deformazione professionale.

  2. Io quand’ero piccola andavo a vedere i film gratis perchè mia santola (traduz.: la mia madrina) era cassiera in un cinema, tra l’altro uno dei più belli della città, ma è passato tanto di quel tempo che non mi ricordo neanche un fillm. Sì sì, c’era già il sonoro… Poi al posto del cinema ci hanno fatto un Brek. Adesso non c’è neanche più il Brek, è un porcaio sporco e abbandonato, in pieno centro.
    Comunque io proverei a mangiare un po’ leggero la sera…

    • Anche da queste parti si dice sàntola, che culo però il tuo. Comunque stasera ho trasgredito la tua raccomandazione, forse l’orca torna a farmi visita.

  3. Stessa memoria cinematografica tua, uguale uguale.
    Con ET pianto anche le cornee.
    Di solito al cine mi ci portava la mamma, che bei ricordi.
    Ricordo un “Dirty Dancing” costretta da una cugina e poi un sacco di altri bellissimi con la Magnifica…
    Però è vero, mangia leggero la sera, dal mio armadio esce Hannibal Lecter se esagero col goulash.

    • Mai più peperonata con le salsicce di sera!

  4. Io uguaglio, compresi incubi per anni con Star Wars, con gli omini bianchi con il cascone dappertutto. Secondo me ne dimentichi uno fondamentale nella fase post ’77 in riflusso pieno Ottanta. Lo dico?
    Occhei: Wargames.

    • Imprescindibile, ma non sono andato a vederlo al cinema, almeno così mi sembra di ricordare. Ecco, adesso me ne viene in mente subito un altro visto al cine in quegli anni convulsi: Rocky III, quello con Mister T cattivone.

  5. Il mio primo film al cinema fu Duel.
    Ma non ne ricordo granché perché usci nel ’72. E i miei mi ci portarono che ero ancora in fasce. E nemmeno loro, però: ché era vietato ai 14 e, nonostante le rimostranze (“cosa mai vuole che capisca?”) fu loro categoricamente impedito l’accesso.

    • E il primo di cui hai memoria? Sempre al cine, intendo.

      • Per qualche strano motivo non ho ricordi ante 1980.
        Qualche Disney, forse, che però non riesco a collocare.
        Forse un Fantasia, con mia madre, dal quale scappai all’intervallo perché intimidito dai pupazzi che si aggiravano in sala.
        Ma postea…
        Oltre a quelli già citati:Tron, dopo la visione del quale per un po’ facevo viaggiare le macchinine esclusivamente lungo le fughe delle piastrelle di casa; Blade Runner, che ricordo soprattutto per il gran mal di testa che le atmosfere cupe mi procurarono all’uscita; Il Ritorno dello Jedi, con tanto di pupazzetto omaggio (anche se a me era toccato un odioso Ewok).
        Non ricordo l’anno (certo non quello di prima uscita) ma ci fu pure un 2001 Odissea nello spazio. Va da sé che se non ci capisco nulla ancora adesso…
        I miei, peraltro si distibuivano quasi equamente l’onere di accompagnarmi: a mia madre “toccavano” le visioni pomeridiane infrasettimanali di cartoni e film dichiaratamente per bambini; con mio padre (ed eventualmente anche mia madre) s’andava il sabato pomeriggio, ed erano rigorosamente film d’azione (Rambo, Tuono Blu) o comici (Chi trova un amico, trova un tesoro).

  6. Trofimov, grazie per il tuo frammento di ricordo. E quel “Tron, dopo la visione del quale per un po’ facevo viaggiare le macchinine esclusivamente lungo le fughe delle piastrelle di casa”, è bellissimo.

    • Grazie a te, al tuo fungere da evocativa madeleine proustiana.
      Già leggevo con gusto i tuoi commenti a Trivigante.
      A maggior ragione, aggiungerò anche i tuoi post alle mie letture quotidiane.

      • Mi fa piacere, passa quando vuoi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: