battute memorabili del cinema/9

Momento di grande cinema in Ovosodo di Virzì, quando Piero ricorda i “personaggi irragionevoli” del quartiere, contrapposti alle figure del liceo bene dove è riuscito ad entrare.

Piero, voce narrante. Dalle parti mie per farti rispettare dovevi essere sempre pronto a menare le mani. C’erano certi personaggi assolutamente irragionevoli, per esempio Furio Brondi, che staccava la testa alle lucertole con un morso, poi annusava la benzina e tutto su di giri si divertiva a torturare noi bimbetti.

Furio Brondi: come so’ le vostre mamme?

Mirko: troie.

Piero: troie.

F. B.: e cosa ne fo’ io alle vostre mamme?

Mirko: lo butti in culo.

F. B.: e alla tua?

Piero: quello che ha detto lui.

F. B.: bravi, bravi, siete du bimbi ammodino. C’avete mica dumilacinquecento lire?

Mirko: te li andiamo a prendere a casa.

Piero: e poi torniamo subito.

Corrono via.

(qua il link alla scena, i bimbi sono assolutamente meravigliosi)

(ovviamente non è finzione, Furio Brondi è esistito davvero in mille declinazioni, il mio Furio Brondi non so se staccasse la testa  alle lucertole con un morso, ma con le stesse ci rincorreva per i murazzi assieme ad un altro amico suo altrettanto irragionevole e bastardone, i gatti invece li prendeva per la coda, li faceva roteare e li lanciava in laguna, poi l’arrestarono per droga)

3 Risposte

  1. Eh, se l’irragionevole che lanciava i gatti lo incontrava l’irragionevole mio cuginone animalista a ‘sta ora uno stava in galera per droga e l’altro dentro per omicidio.
    Certa gente, curiosamente, ad un certo punto gli entrano i carabinieri in casa perché i vicini dicono “uh, c’è un odore” e ha il freezer pieno di persone.

  2. Il mio Furio Brondi, ora che mi ci fai pensare, era una ragazzina di nome Nadia, di qualche anno più grande dei miei sette anni, che mi prendeva a sberle, a me e alla mia amichetta del cuore, quando ci incontrava nella stradina di fronte alla villa dei gatti (tanto per restare in tema). Non ho mai capito il perché.
    Probabilmente odiava il fatto che noi si andasse a dare da mangiare ai gatti. Magari era parente del tuo Furio Brondi.

    @Vanessa: Il tuo freezer pieno di persone mi ha lasciato tra la risata e l’orripilazione dei peli delle braccia (scarsi per la verità) :)).

    @ s|a: ho iconato, perdonami. :))

    ancora!!! :)))

  3. @Vale: Freezer pieno di persone dà un certo brivido in effetti.

    @elena: dalle mie parti c’era più di un furiobrondi, purtroppo, erano anni così quelli alla fine dei settanta, primi ottanta, non esisteva ancora il bullismo, ma tantissimi irragionevoli bastardoni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: